Questo sito utilizza cookie tecnici e consente l'invio di cookie di "terze parti" al fine di effettuare misure di traffico per la valutazione delle prestazioni del sito. Per saperne di più, clicca sull'apposito bottone "Maggiori dettagli", che aprirà in modalità pop up l'informativa estesa, dove è possibile avere informazioni per negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. Cliccando il bottone OK, o cliccando su una qualsiasi altra area del sito, presterai consenso all'uso dei cookie.
Indietro

Sicurezza informatica: perchè il 2021 è l'anno della Cyber Security

 

Gli attacchi informatici in Italia sono aumentati del 246% solo nel 2020 (fonte: Polizia Postale). Un dato che conferma quanto nessuno, aziende comprese, possa dirsi completamente al sicuro.

Il Cyber Observer calcola che il danno economico del cyber crime raggiungerà 6 trilioni di dollari solo quest'anno. Un mercato illecito che si alimenta grazie a riscatti da centinaia di migliaia di euro. Non sorprende che le aziende, temendo la totale perdita dei dati, cedano al ricatto pur di riappropriarsene.

Come avviene l'attacco informatico

Infografica sviluppata prendendo i dati da "Dataroom di Milena Gabanelli - Corriere.it"

In caso di attacco informatico, è importante tenere bene a mente che "la fretta è cattiva consigliera": ripartire frettolosamente, senza applicare tutti i protocolli del caso, non farà altro che rendere il sistema informatico nuovamente vulnerabile a nuovi attacchi.

Sensibilizzare le proprie risorse, affidarsi al giusto partner per azioni preventive ed essere coscienti dei rischi, sono le uniche armi che possono garantire la sicurezza alla propria impresa di non dover subire perdite di dati, irreparabili se non dietro il pagamento di un compenso davvero elevato.

Per questo è fondamentale porre molta attenzione al partner tecnologico a cui affidare la sicurezza informatica della propria azienda: deve essere riconosciuto come affidabile e in grado di applicare tutti i protocolli di sicurezza.

L'Italia è tra i paesi europei a rischio medio-alto di attacco informatico (fonte Passwordmanagers). Perché?

Il motivo è ben spiegato dalle parole della la Dott.ssa Nunzia Ciardi, Direttore del Servizio di Polizia Postale«La vulnerabilità delle aziende e delle istituzioni – afferma – nasce dal fatto che gli investimenti in cybersicurezza vengono percepiti solo come un costo, salvo correre ai ripari solo dopo aver ricevuto un attacco informatico, e con conseguenze economiche ben più rilevanti».  

Fonte: Coveware

Oggi, complice il contesto storico che stiamo vivendo da un anno a questa parte, la sicurezza informatica è  una questione mandatoria, certamente non più rimandabile per tutte le aziende, indipendentemente dalla loro dimensione o volume di affari, come dimostrato dalle ricerche menzionate.

La nostra esperienza al fianco di PMI, aziende manifatturiere, enti della Pubblica Amministrazione e servizi finanziari, ci permette di accompagnare i clienti in un processo di digitalizzazione sicuro e consapevole.

Per maggiori informazioni e approfondimenti sul tema, i nostri consulenti sono a tua disposizione.