Indietro

Monitoraggio dei consumi: il primo passo verso l’efficientamento energetico

Lo scenario attuale

Il 2020 è stato un anno, inevitabilmente, particolare per l'efficienza energetica nel comparto industriale. Molte imprese hanno dovuto interrompere le proprie attività o apportare cambiamenti significativi, rivedendo la propria "domanda finale". Non stupisce, quindi, che gli investimenti in efficienza energetica nel nostro Paese siano diminuiti di circa il 20% rispetto all'anno precedente.

Il 2021 ha portato in dote una nuova riforma dei Certificati Bianchi e il varo (con approvazione da parte dell'Unione Europea) del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza che, con la misura del Piano Transazione 4.0, preannuncia una disponibilità di risorse destinate, secondo studi e stime degli esperti, ad annullare entro il 2023 l'effetto negativo del periodo storico che stiamo vivendo. 

In questo scenario, la competitività delle aziende dipende in misura sempre più rilevante dalla loro capacità di investire e migliorare costantemente l'efficienza energetica e la sostenibilità dei propri processi produttivi e aziendali.

Perché è importante monitorare i consumi

Gli impianti produttivi utilizzano grandi quantità di risorse come energia elettrica, acqua e combustibili che incidono in maniera significativa sui costi di produzione di beni e servizi. Nella stragrande maggioranza dei casi, le risorse impiegate per la produzione non sono utilizzate in maniera ottimale e questo implica un inconsapevole spreco di grandi risorse economiche.

Viene da sé che attraverso la misura e il monitoraggio dei consumi energetici legati alla propria filiera produttiva, sia essa per un prodotto che per un servizio, l'impresa può intervenire in tempo nel caso di problemi, conoscere l'origine degli sprechi e programmare interventi mirati per migliorare l'efficienza degli impianti.

Entrare in questo circolo virtuoso permette alle aziende di ridurre i costi di esercizio aumentando la propria competitività e riducendo l'impatto dell'inflazione dei prodotti energetici sul prodotto finito, ridurre il proprio impatto ambientale migliorando la salute nell'ambiente di lavoro stesso e da ultimo migliorare la propria immagine.

Come monitorare i consumi dei propri impianti industriali?

SMC, in partnership con QuickLink Solutions, mette a disposizione delle aziende manifatturiere una soluzione completa adatta al monitoraggio e al conseguente efficientamento degli impianti industriali.

Il sistema di supervisione EasyLink, già utilizzato e apprezzato in molti progetti di BMS, BEMS, Industry 4.0 e Smart Cities, permette la gestione e il monitoraggio di sistemi di automazione eterogenei in modo sinergico.

Abbinato al modulo EnergyLink, consente di analizzare in modo centralizzato e avanzato i consumi di sorgenti energivore provenienti da uno o più siti, e di conseguenza definire e attuare strategie di risparmio energetico a livello globale, adottando misure correttive in caso di situazioni critiche che possono portare ad uno spreco energetico elevato.  

Il sistema mette a disposizione un'interfaccia grafica facile ed intuitiva, e la possibilità di personalizzare report e dashboard sulla base delle proprie esigenze di analisi.

Tutte le soluzioni del partner QuickLink Solutions sono integrate sulla consolidata piattaforma IoT Niagara di Tridium.

Scopri come possiamo supportarti nell'integrazione di soluzioni di efficientamento energetico su misura per la tua impresa