Questo sito utilizza cookie tecnici e consente l'invio di cookie di "terze parti" al fine di effettuare misure di traffico per la valutazione delle prestazioni del sito. Per saperne di più, clicca sull'apposito bottone "Maggiori dettagli", che aprirà in modalità pop up l'informativa estesa, dove è possibile avere informazioni per negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. Cliccando il bottone OK, o cliccando su una qualsiasi altra area del sito, presterai consenso all'uso dei cookie.
Indietro

Industria 4.0: guida MiSE sugli incentivi

Il Piano Nazionale Industria 4.0 presentato lo scorso settembre, presenta una serie di agevolazioni rivolte al rilancio delle imprese italiane. Parliamo, nello specifico, di un investimento di 13 miliardi di euro per sostenere l'innovazione e la ricerca.

Come accedere a tali agevolazioni?

E' stata realizzata una guida online che il Ministero dello Sviluppo Economico (MiSE) ha reso disponibile sul proprio portale con indicazioni dettagliate e FAQ su tutte le misure che ogni azienda potrà attivare in modo automatico e senza vincoli dimensionali, settoriali o territoriali per favorire l'innovazione e la competitività.

 

Il successo del Piano Industria 4.0 dipenderà dall'ampiezza con cui ogni singolo imprenditore utilizzerà le misure messe a disposizione. Carlo Calenda Ministro dello Sviluppo Economico

Ecco brevemente i punti presenti nella guida:

Il successo del Piano Industria 4.0 dipenderà dall'ampiezza con cui ogni singolo imprenditore utilizzerà le misure messe a disposizione.

Carlo Calenda, ministro per lo Sviluppo economico.

IPER E SUPER AMMORTAMENTO

  • il superammortamento prevede supervalutazione del 140% degli investimenti in beni strumentali nuovi acquistati o in leasing fino al 31 dicembre 2017. Per chi beneficia dell'iperammortamento possibilità di fruire dell'agevolazione anche per gli investimenti in beni strumentali immateriali (software e sistemi IT).
  • l'iperammortamento, supervalutazione del 250% degli investimenti in beni materiali nuovi, dispositivi e tecnologie abilitanti la trasformazione in chiave 4.0 acquistati o in leasing acquistati nuovi nel 2017. Nel beneficio rientra anche l'eventuale software acquistato a un prezzo unitario insieme al bene digitale rientrante nella definizione di Industria 4.0;

 

 

 

NUOVA SABATINI

A chi si rivolge:

Tutte le micro, piccole e medie imprese presenti sul territorio nazionale, indipendentemente dal settore

  • la Sabatini Ter, rifinanziata dalla Legge di Stabilità 2017 fino al 2018, prevede un finanziamento agevolato con copertura da parte del Ministero di parte degli interessi, purché l'investimento venga effettuato nei successivi 12 mesi. Il piano di rientro e si articola in cinque anni.

Tra le spese ammissibili:

  1. acquisto macchinari,
  2.  impianti, beni strumentali,
  3. attrezzature nuove,
  4. harware e software.

 

Previsto inoltre un contributo maggiorato del 30% per l'acquisto di macchinari, impianti e attrezzature nuovi di fabbrica aventi come finalità la realizzazione di investimenti in tecnologie digitali – compresi gli investimenti in:

big data, cloud computing, banda ultralarga, cybersecurity, robotica avanzata e meccatronica, realtà aumentata, manifattura 4D, Radio frequency identification – e in sistemi di tracciamento e pesatura dei rifiuti

Gurada il video realizzato da PMI

 

Scarica qui la guida del MiSE

Credito d'imposta

Il credito d'imposta del 50% su spese incrementali in Ricerca e Sviluppo può essere riconosciuto fino ad un massimo annuale di 20 milioni di €/anno per , questo potrà essere fruito fino al 2020 anche dalle imprese che effettueranno la ricerca per conto di committenti esteri.

 

 

 

Fonti PMI.it; http://www.sviluppoeconomico.gov.it